Francesco Desogus

Il programma 5 Stelle per la sanità in Sardegna, con Giulia Grillo

Sabato 9 genbraio, con il ministro della Salute Giulia Grillo abbiamo parliato del programma della sanità del MoVimento 5 Stelle per la Sardegna

Con il ministro della Salute Giulia Grillo parliamo del programma della sanità del MoVimento 5 Stelle per la Sardegna

Pubblicato da Francesco Desogus M5S su Sabato 9 febbraio 2019

A Cagliari, una bella mattina con il ministro. Abbiamo incontrato prima ai giornalisti e poi alcuni pastori che ci hanno voluto illustrare il loro punto di vista e una proposta per l’eradicazione della peste suina e in contemporanea, la tutela del maiale tipico sardo.

Poi, insieme a tanti deputati e senatori isolani del MoVimento 5 Stelle, abbiamo incontrato i cittadini in un convegno in cui abbiamo illustrato i punti salienti del nostro programma per la sanità nell’isola.
Un programma che ha come punto centrale il cittadino la sua salute e che prevede dei presidi sanitari di prossimità, come l’assistenza infermieristica domiciliare.

Giulia Grillo ha poi fatto il punto sulla questione dei punti nascita e, rispondendo a chi accusa il Ministero, ha dimostrato come lei, come parte politica, non ha alcuna responsabilità nella direzione di questo problema, in quanto le nomine del comitato che sovrintende alla questione dei punti nascita le ha fatte il precedente ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.

Non solo: il ministro ha ricordato come a Roma ci siano 244 milioni di euro pronti essere investiti in Sardegna per l’edilizia sanitaria. Peccato che sia necessario sbloccare la riforma della rete sanitaria, impantanatasi nei giochi di potere del centrosinistra che governa la Regione.

Ecco perché la Sardegna ha bisogno del #movimento5stelle. Perché solo noi siamo #ilverocambiamento @ Caesar’s Hotel – Cagliari

La giornata è poi proseguita a Carbonia, dove abbiamo parlato dello sviluppo del territorio e del ruolo della sanità.
Il MoVimento 5 Stelle è sempre tra i cittadini e accetta il confronto.
Certo è che il ministro Giulia Grillo non è dovuta scappare in elicottero dal Sulcis come è successo a qualche ministro della Repubblica solo pochi anni fa @ Carbonia, Italy.

Il video dell’incontro:

Pubblicato da Movimento 5 Stelle Carbonia su Sabato 9 febbraio 2019

Sono venuto assieme al ministro della Salute Giulia Grillo qui a Carbonia per parlare del programma del MoVimento 5 Stelle per la sanità in Sardegna

Pubblicato da Francesco Desogus M5S su Sabato 9 febbraio 2019

Anche domenica 10 è stata una giornata intensa per il ministro Giulia Grillo. Io ho avuto l’onore di accompagnarla a Cagliari e Oristano nei suoi incontri con lavoratori, cittadini e associazioni di categoria.

La mattina si è recata all’ospedale San Martino di Oristano, la terza struttura in tre giorni. In questo video ci racconta com’è andata:

Buongiorno e buona domenica a tutti. Ho appena terminato la visita all'Ospedale San Martino di Oristano. Vi racconto com'è andata.

Pubblicato da Giulia Grillo su Domenica 10 febbraio 2019

Sia le visite che i colloqui sono state occasioni importanti per toccare con mano gli effetti nefasti della riforma sanitaria di Arru e del centrosinistra che ora sostiene Zedda, ma anche le eccellenze che connotano il sistema sanitario regionale, come il Centro di salute mentale di Cagliari, che è una “eccellenza del sistema sanitario nazionale”, come ha sottolineato il ministro.

Con il ministro abbiamo anche incontrato i rappresentanti di Federfarma Sardegna, degli osteopati, dei cittadini che hanno occupato l’ospedale di Tempio.

Coi rappresentanti di Federfarma Cagliari – Le Farmacie di Cagliari e Sud Sardegna abbiamo convenuto che è necessario dare maggiore importanza alle farmacie nel sistema sanitario come di primo accesso ad alcuni specifici servizi.
In particolare auspico che si rafforzino strumenti come il “dossier farmaceutico” che permetterebbe di ritirare direttamente in farmacia i medicinali per patologie croniche, senza fare la fila dal medico. Liberando così i medici di famiglia di funzioni burocratiche.

Questo è il resoconto pubblicato dalla Federfarma: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=2133379506884551&id=1392115587677617

Nel frattempo, l’assessore – ancora per poco – alla sanità Arru si è esibito in una sfrontatezza senza limite.

Non pago di essere stato pubblicamente e ripetutamente sconfessato perfino dal candidato del Pd Massimo Zedda, contrario ormai come tutti in Sardegna alla Asl unica, l’assessore regionale alla Sanità Luigi Arru ha l’ardire di attaccare il ministro Giulia Grillo che ieri ha ricordato, carte alla mano, i limiti dell’azione politica del centrosinistra sardo, incapace di programmare una sanità capace di dare risposte di qualità ai cittadini.

E oggi il ministro le carte le ha fatte vedere veramente, a dimostrazione che Arru, lasciato solo in questa polemica dal suo candidato Zedda, accusa il ministro di essere in campagna elettorale ma si comporta lui stesso per primo come un candidato in cerca di visibilità. Il quale, oggettivamente, è: candidato nella lista del Pd.

La situazione è chiara: i sardi il prossimo 24 febbraio dovranno dunque scegliere tra il Pd di Zedda e Arru e #ilverocambiamento del MoVimento 5 Stelle.