#ilverocambiamento per i trasporti in Sardegna

In sei mesi il #governodelcambiamento ha già fatto tantissimo per la Sardegna. E buona parte di quanto fatto riguarda i trasporti. Per questo non possiamo che ringraziare Danilo Toninelli, che ha espresso queste parole dopo la sua visita in Sardegna.

“Oggi sono stato in #Sardegna, dove ho incontrato il candidato 5 Stelle alle suppletive per la Camera dei Deputati, Luca Caschili, e il candidato 5 Stelle alla presidenza della Regione, Francesco Desogus.
La vittoria di Luca sarà importante per tutte le battaglie che riguardano l’isola, essendo l’unico nome della maggioranza di governo nelle votazioni di domenica prossima. Per il Movimento 5 Stelle, questa Regione è da sempre una priorità: infatti, parlando di trasporto via mare, abbiamo una proposta di legge che sarà a breve depositata e che modifica il quadro normativo, facendo sì che sia la Regione a gestire la continuità territoriale marittima e superando così il problema storico e inaccettabile di un regime tutto sbilanciato in favore del privato.
In alternativa, come governo, alla scadenza della convenzione nel luglio 2020, metteremo il servizio traghetti a gara, come già accade per i voli in continuità territoriale. Lo faremo sia per i passeggeri che per le merci. Le tariffe calmierate infatti dovranno migliorare sia la competitività turistica che quella del sistema economico sardo in generale.
Abbiamo poi quasi 190 milioni aggiuntivi di investimenti per le ferrovie della Sardegna e un totale di impegni intorno al miliardo di euro, comprensivi di interventi di riqualificazione delle stazioni. E’ prevista peraltro la velocizzazione della S. Gavino-Sassari/Olbia, con un risparmio a regime fino a 35 minuti sulla direttrice Cagliari-Olbia. Infine è stato inserito uno studio di pre-fattibilità per la tratta ferroviaria Nuoro-Olbia.
Il Governo punta moltissimo su questa Regione che per troppo tempo è stata abbandonata da chi invece aveva promesso di prendersene cura”.

Basta con il monopolio Tirrenia!
È questa la parola d’ordine del ministro Danilo Toninelli pronunciata a Cagliari. “Siamo stanchi di questa situazione e porremmo fine al monopolio Tirrenia. Svolge un’utilità sociale fondamentale, utilizza soldi pubblici e non
può far schizzare così i prezzi, è inaccettabile, ci sarà un cambiamento tra pochi mesi”. Perché #ilgovernodelcambiamento significa fatti, non parole: “I tecnici sono già
al lavoro per una nuova gara, una nuova convenzione, e ci sarà attenzione anche alla continuita’ delle merci, per il rilancio dell’economia sarda”. Non solo, con Luca Caschili abbiamo chiesto al ministro rassicurazioni su Air Italy e il ministro ha detto che non potrà disimpegnarsi dalla Sardegna

Potrebbero interessarti anche...